La salute pubblica è finalmente diventata prioritaria

  • Blog
  • »     Articolo di Alessia Tosi [ Puliti Senza Chimica ]

Il nostro pensiero è un libero commento all’articolo pubblicato su ilcambiamento.it di Paolo Ermani [fonte: http://www.ilcambiamento.it/articoli/e-un-reato-contro-la-salute-pubblica-distruggere-l-ambiente-e-avvelenare-le-persone] dove lancia interrogativi interessanti quanto scontati, non per sminuire il contenuto ma proprio per evidenziare che certe domande dovremmo farcele tutti, tutti i giorni e soprattutto dovrebbero porsele in alto, dove si decidono le sorti del paese, politiche, economiche e sanitarie.

Tre settori che mai come in questo momento abbiamo capito quanto siano connessi tra loro, quanto ognuno dipenda dagli altri e quanto sia essenziale che la coscienza globale sia focalizzata su tutti e tre insieme altrimenti abbiamo visto, anzi stiamo vedendo in tempo reale e forse ancora nemmeno ce ne rendiamo conto, come basti un microscopico organismo a mandare in tilt governi, economia e sanità.

L’articolo inizia proprio con questo interrogativo:

Il governo per il coronavirus ha adottato limitazioni pesantissime della libertà di movimento e multe salate e denunce per chi non le rispetta, definendo la contravvenzione alle regole come reati contro la salute pubblica. Ma come mai tutta questa solerzia e fermezza non si applica per gli attentati quotidiani alla salute pubblica che avvengono da decenni a questa parte?

Paolo Ermani

Di questi attentati quotidiani, noi, nelle nostre conferenze, nei nostri incontri, nel nostro blog, ne abbiamo denunciati a decine, ma siamo andati oltre.

Per questo crediamo nella nostra Associazione, nel potere che possiamo avere continuando a fare il nostro lavoro, anche adesso che non possiamo incontrarvi di persona ma possiamo raggiungervi così, anche tramite un articolo di blog: perché noi non ci fermiamo alla denuncia, non ci uniamo solamente al grande coro di gente stanca di tutto questo abuso verso la salute pubblica.

Noi proponiamo alternative, facciamo conoscere il nostro pensiero, facciamo scoprire alla gente che esistono sistemi di vita, non filosofie sia ben chiaro, qui non si parla di pensiero, di interpretazione, qui si parla di modo di vivere il quotidiano facendo scelte consapevoli.

Amare se stessi, il prossimo e l’ambiente non con abbracci virtuali o scambi di opinioni, amare se stessi e il mondo che ci circonda scegliendo, dalla mattina quando ci si alza alla sera quando si va a dormire, soluzioni alternative a quelle proposte finora: dal dentifricio per lavarsi i denti, all’acqua da mettere in tavola, al concime da dare alle piante.

Se ci conoscete già sapete che il nostro nome PULITI SENZA CHIMICA ha uno scopo ben preciso, se non ci conoscete ancora approfittiamo per ribadirlo:

Tutta la chimica che ci circonda, che respiriamo, ingeriamo, anche involontariamente, che lasciamo nell’aria, nella terra, in eredità anche alle generazioni future, non può che ritorcersi contro di noi.

Esiste un modo per continuare a fare tutto quello che facciamo, a produrre, a garantirci cibo, acqua, salute, pulizia, igiene, senza ricorrere alla chimica.

Si chiamano Microrganismi Effettivi, non un’invenzione, ma una scoperta, che è sempre stata lì e ora più che mai crediamo che sia prioritario far conoscere.

Abbiamo bisogno di gente che creda in quello che crediamo noi e ci aiuti a farlo diventare, come lo è già in altri paesi più o meno evoluti del nostro, un fatto di stato.

Concludiamo quindi proprio come si congeda Paolo Ermani nel suo articolo:

“… Quindi come sempre l’aspetto fondamentale non è se si può o non si può agire, ma se si vuole agire.”


Cosa succederà quando potremmo toglierci la mascherina?

Torneremo a respirare tranquilli?

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Follow by Email
Telegram